Tariffe TARI 2020

Durante il consiglio comunale del 29 settembre u.s. sono state approvate le nuove tariffe.

Nella seduta del Consiglio Comunale di ieri sera sono state approvate le tariffe TARI per l’anno 2020. Contestualmente sono state definite le nuove scadenze, inevitabilmente slittate rispetto agli anni precedenti in considerazione delle problematiche connesse all’emergenza Covid-19:

1a RATA: scadenza 16 dicembre 2020

2a RATA: scadenza 15 marzo 2021

Con possibilità di pagamento in una unica soluzione entro il 16 dicembre 2020

Rispetto al passato, da quest’anno, in applicazione a quanto previsto all’art. 1, comma 527 della Legge 205/2017 le funzioni di regolamentazione ed aggiornamento del metodo per la definizione del Piano Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti è attribuito all’ARERA (Autorità di Regolamentazione per Energia, Reti e Ambiente), come già sta accadendo da diverso tempo per il servizio idrico.

In particolare è compito di ARERA approvare, previa validazione da parte di un Ente territorialmente competente (nel nostro caso AUSIR), il Piano Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti, da cui poi derivano le tariffe.

Fino allo scorso anno tale compito era invece affidato ai singoli Comuni sulla base del Piano Finanziario redatto dal gestore, A&t2000, di concerto con i Comuni stessi.

Per effetto delle nuove disposizioni i margini decisionali dei Comuni in relazione al servizio di gestione dei rifiuti risultano ridotti e subordinati alle valutazioni degli organi competenti.

Permangono in capo ai Comuni le competenze in materia di applicazione delle tariffe e le attività di riscossione del tributo.

Per l’anno 2020 si registra, pertanto un aumento medio delle tariffe di circa il 4% derivante da un piano finanziario deliberato da AUSIR € 269.000 a fronte di € 259.270 circa dell’anno 2019. Nel nuovo piano finanziario sono altresì ricompresi i contributi previsti a favore di ARERA ed AUSIR.