Dal 17 al 31 gennaio il Friuli Venezia Giulia é in zona arancione

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato la nuova ordinanza che colloca il Friuli Venezia Giulia in zona ARANCIONE.

Questa ordinanza sarà in vigore dal 17 fino al 31 gennaio.

Cosa si può fare e cosa no

  • vietati spostamenti fuori Regione e/o fuori comune
  • vietato ogni spostamento con mezzi pubblici o privati in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, di salute, per motivi di necessità, per svolgere attività o per usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel Comune
  • coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo: in tali fasce orarie consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute
  • consentiti gli spostamenti verso una sola abitazione privata abitata, situata nel medesimo comune, una sola volta al giorno, dalle ore 5.00 alle ore 22.00 per massimo due persone ulteriori a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. I figli minori di 14 anni, le persone con disabilità e conviventi non autosufficienti sono esclusi dal conteggio.
  • In zona arancione sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;
  • vietato recarsi nelle seconde case fuori dal proprio comune
  • Consentita attività motoria solo nel proprio comune
  • Negozi aperti fino alle 20:00
  • Ristoranti/locali aperti solo per asporto dalle 5:00 alle 22:00. Consegna a domicilio sempre consentita
  • Bar, gelaterie e pasticcerie aperti solo per asporto dalle 5:00 alle 18:00. 
  • Consegna a domicilio sempre consentita per le attività identificate da codici ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande)
  • Mostre e musei chiusi 
  • È possibile praticare l’attività venatoria o la pesca dilettantistica nel proprio comune
  •  Autocertificazione sempre richiesta dalle 22:00 alle 05:00 (ore di coprifuoco) e per spostamenti fuori dal proprio comune.

Tutte le domande e risposte si possono leggere sulla pagina dedicata del governo.