Vini D.O.C.

Il comprensorio di Nimis è noto per le sue coltivazioni di vini pregiati

Nella zona collinare che sovrasta la località di Nimis e che si congiunge senza disconuità con le prealpi Giulie, si trova forse la più antica e conosciuta sottozona enologica del Friuli: il cru di "Ramandolo", esteso fino alla frazione di Sedilis di Tarcento, che con i suoi vigneti a 380 metri s.l.m., raggiunge il limite massimo di altitudine per la coltivazione della vite in un paesaggio di incantevole bellezza.

Sui pendii tanto scoscesi da impedire ogni forma di meccanizzazione, la viticoltura si pratica ancora secondo antiche tradizioni. Le uve interessate sono il "Verduzzo Friulano clone autoctono di Ramandolo" con cui, specie a seguito di vendemmie tardive o di leggero appassimento, si ottiene un vino bianco da dessert molto particolare: elegante, profumato, di grande corpo, non troppo dolce e con un accenno di tannicità.

Ramandolo è il vino che forse meglio rappresenta l'anima della sua gente: uomini schietti, a volte rudi ma ospitali, di carattere generoso e cultura antica, innamorati della loro terra.

Affascinante per i rari, entusiasmanti equilibri fra tannino, acidità e dolce, per il colore giallo oro antico e i profumi di albicocca passita e miele di castagno, è il vino ideale per la meditazione e la contemplazione.

Indimenticabile per il forte carattere e per il sapore gradevolmente dolce, di corpo, con lieve sentore di essenze aromatiche, è una delizia con il prosciutto di San Daniele e fichi maturi, con il lardo di Monteaperta, il formaggio Montasio stagionato, il salame di Nimis, la trota affumicata, il foie gras e, naturalmente, con i biscotti Uessuz, i Ramandolini, la Gubana, la pinza epifanica.

Prodotto da uno dei più antichi vitigni del Friuli e presente nella lista dei vini serviti nel concilio del 1409 a Papa Gregorio XII, è tutt'oggi un vino amato e apprezzato.

I vigneti sono disposti al sole su dolci colline fra i comuni di Nimis e Tarcento, terra di Celti e Longobardi, in Friuli, nella provincia di Udine.

La produzione è limitata a 150.000 bottiglie annue.

Consorzio per la Tutela del Ramandolo

c/o Municipio
Piazza XX Settembre, 14
33045 Nimis (UD)
Tel: 0432.790045
Sito Internet: WWW.RAMANDOLO.IT